Domande frequenti sulla naturopatia

La professione del Naturopata

Nel 2010, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS – WHO), nel suo documento “Benchmarks for Training in Naturopathy – Benchmarks for training in traditional/complementary and alternativde medicine” (Standard per la formazione in Naturopatia – Standard per la formazione in medicina tradizionale/complementare e alternativa) ha dato un contributo prezioso, autorevole e istituzionale, alla definizione di percorsi formativi univoci e di qualità per i naturopati, a loro beneficio e dei loro clienti.

In concordanza con il suddetto documento, la Naturopatia risulta una metodologia che enfatizza la prevenzione, il trattamento e la promozione della salute ottimale, attraverso l’uso di metodi e di modalità (multidisciplinarietà) che incoraggiano il processo di autoguarigione (Vis Medicatrix Naturae).

Lo scopo dell’attività del naturopata è principalmente quello di fornire un contributo operativo alla promozione della salute ed al riequilibrio bioenergetico degli individui attraverso:

Una valutazione costituzionale e di terreno, ambientale e di stili di vita, tramite il colloquio e metodologie naturopatiche.

Metodiche di trattamento e programmi personalizzati di benessere e di sostegno ad eventuali terapie mediche.

Programmi di educazione salutistica a livello individuale,familiare e sociale.

La naturopatia è una scienza bionaturale multi-disciplinare ed inter-disciplinare a fine salutistico, di prevenzione, di educazione e promozione della salute individuale, sociale ed ambientale.
La naturopatia può risultare indirettamente terapeutica perché, attraverso interventi di drenaggio e di riequilibrio di terreno, può favorire il miglioramento dei disturbi e delle disfunzioni.
Lo scopo della naturopatia è, principalmente, quello di fornire un contributo operativo alla promozione della salute e al riequilibrio bioenergetico degli individui, attraverso:
1) pratiche valutative costituzionali e di terreno, funzionali, ambientali e di stile di vita, tramite colloqui e valutazioni naturopatiche;
2) metodiche di trattamento e programmi personalizzati di benessere e di sostegno alle eventuali terapie mediche;
3) programmi di stili di vita idonei e personalizzati, di educazione alla salute individuale, familiare e sociale, nonché tecniche di comunicazione umana.

Può essere definita una sintesi didattica operativa, prevista all’interno della Scuola, che permette un’applicazione sinergica delle varie discipline comprese nel piano degli studi. All’interno della nostra scuola l’allievo non si trova di fronte ad insegnamenti impostati in modo settoriale e, pertanto, il coordinamento didattico  e la pratica con supervisione permetteranno di apprendere un metodo concreto di approccio olistico alla persona. Questo lavoro di coordinamento e di sinergia didattico-operativa ha inizio già verso la fine del primo anno di corso e proseguirà, sempre più arricchito dalle successive conoscenze, fino a rendere l’allievo in grado di gestire autonomamente un protocollo di sintesi operativa e di approccio alla persona.

Al primo anno della Scuola Naturopatia Ippocrate possono accedere al massimo 55 iscritti. Questo per poter garantire un’ottimizzazione della didattica e lo svolgimento delle esercitazioni pratiche coadiuvate anche da un laboratorio di iridologia modernamente attrezzato.
Qualora diventi necessario, prevediamo l’inserimento di tutor in assistenza ai docenti durante la pratica con supervisione.

adminDomande frequenti sulla naturopatia